SEGUICI
Geremia

Vincenzo Lopasso

Geremia

Introduzione, traduzione e commento

1ª edizione dicembre 2013
Collana Nuova Versione della Bibbia dai Testi Antichi
Formato 14,5 x 21,5 cm - BROSSURA

Numero pagine 608
CDU 21A 111
ISBN/EAN 9788821590849

Quello di Geremia è il libro più lungo dell’Antico Testamento (il Testo Masoretico consta di 21981 parole ) e presenta l’attività del profeta lungo un arco di tempo che supera i quarant’anni (dal 627 a.C. a una data non precisabile dell’esilio, probabilmente il 580 a.C.): rilegge questo periodo storico in linea con i criteri del Deuteronomio e annuncia un’alleanza nuova tra Dio e Israele. Con la sua vicenda personale e il suo attaccamento alla parola di Dio, il profeta vi occupa un posto tale che, almeno nelle sezioni biografiche e nei lamenti, è difficile separare nettamente la sua persona dal messaggio che annuncia. Perciò l’importanza del libro è dovuta, oltre al messaggio della nuova alleanza, al fascino, al ruolo determinante e alla centralità del profeta. Non è un caso che nel Nuovo Testamento Geremia venga menzionato, il solo tra i profeti scrittori, per indicare un rapporto di identità con Gesù Cristo (Mt 16,14); il che dimostra sia il posto preminente che egli si era guadagnato nella prima generazione cristiana sia la consapevolezza di un legame tra lui e la persona di Gesù di Nazaret.

Il libro di Geremia in una nuova traduzione,

con testo antico a fronte, introduzione, annotazioni e commenti.

Condividi
Condividi con gli amici il contenuto di questa scheda o pubblica un’anteprima sul tuo blog o sul tuo sito.