A Santiago!

A Santiago!

Ricominciare la vita

Mese di pubblicazione: 01 marzo 2024
Edizione n°: 1
Collana: SANPAOLO

Il Cammino per Santiago è sempre una sfida: per alcuni una sfida lanciata a se stessi; per altri una sfida alla forza della natura per come si presenta sulla strada. Per don Paolo Asolan, esso è stato, vent’anni fa, il tentativo di rispondere a ciò che il destino gli aveva strappato, con la morte del padre e nella crisi di un ruolo di sacerdote che egli sentiva di vivere in maniera quasi inerte. Santiago aveva rivelato all’autore, come egli stesso dice, «che l’esistenza non si presenta più come un problema da risolvere con le nostre sole forze ma come una strada da percorrere». C’è sempre un pellegrinaggio da compiere, ci sono esperienze da attraversare, cammini più o meno originali, più o meno dolorosi, gioiosi, gloriosi o luminosi, in tutte le nostre vite. Questo libro non è un semplice racconto di viaggio, ma il diario di un’esperienza interiore. Poiché, se c’è gente che sul Cammino scopre il mondo, la natura, la lentezza, se stesso; gente che rinasce relazionalmente dopo esperienze affettive fallimentari; gente che ritrova l’essenziale della vita, perso in esperienze lavorative matte e disperatissime (tutte cose bellissime e importanti, forse anche necessarie per avere accesso al proprio sé profondo), c’è soprattutto la decisione sempre rinnovata di un bivio da prendere, di una freccia da seguire o da ignorare, dell’interpretazione, infine, del nostro stesso significato e della direzione in cui camminiamo. La domanda sulla fine – con l’ipotesi buona che vi sia davvero Qualcuno alla fine e all’origine delle cose: di me stesso innanzitutto e poi di tutto ciò che amo – è quella da cui ancora dipende tutto il resto, la ferita che mette inquietudine dentro, la domanda che pone in cammino. Ogni giorno.